Luca<br/>La<br/>Mesa

Luca La Mesa

Top Teacher Ninja Academy

Su cosa si basano i miei insegnamenti?
Il mio messaggio vuole essere che i Social Media sono uno strumento potentissimo, probabilmente quello con il più profondo livello di profilazione tra quelli esistenti e disponibili al pubblico ma allo stesso tempo permettono di ottenere risultati concreti solo se usati con buon senso e molta professionalità.


Ecco cosa ho scoperto che gli altri non sanno.

Durante i corsi scopriremo quali sono le strategie di maggior successo in vari mercati e come sia possibile ottimizzare i budget di comunicazione utilizzando al meglio questi strumenti ed ottenere anche grande visibilità gratuita se si riescono a ideare con professionalità dei casi virali di successo.
 
Non ci limiteremo a comprenderne la parte teorica e tecnica ma cercheremo di capire come ragionare in maniera laterale e differente per ideare sempre nuove strategie innovative e un passo avanti.
 
La "scoperta" sarà la presa di consapevolezza della varietà di opzioni a disposizione che la maggior parte degli utenti non conosce. Opzioni che possono essere utili sia per motivi di networking e di business o anche per conoscere nuove ragazze senza il rischio che abbiano dei fidanzati che vi vengano a cercare offline come negli esempi in basso!
 
Esempi: 
Networking: Sai come attirare l'attenzione e fare colpo sul CEO dell'azienda che avevi conosciuto rapidamente ad un evento ma al quale non sei ancora riuscito a mostrate le tue doti?
 
Business: Vorresti che la tua pubblicità arrivasse solo alle persone che stanno per compiere gli anni nei prossimi giorni (Birthday Marketing) o alle mamme che hanno figli dai 3 ai 6 anni e che vivono vicino al tuo negozio per bambini?
 
Sociale: sai che l'open graph di Facebook sa esattamente quali delle tue amiche è single e vive nella tua città evitandoti rischiosi incontri con i loro fidanzati o impegnative relazioni a distanza?
 
Scherzi a parte è solo per darvi un'anticipazione di quanto in realtà i social possano essere ricchi di informazioni e opportunità ma solo se utilizzati bene e in maniera innovativa.
 

 

Cosa ti propongo di nuovo?

La vera innovazione sarà comprendere come cambiare il modo in cui noi e i brand che gestiamo comunicano online. I Social Media hanno sempre più a che vedere con la psicologia e sociologia più che con la tecnologia.
 
In un mercato in cosi rapida e continua evoluzione solo i primi che lo comprendono e sperimentano per primi nuove strategie avranno i benefici dei "First Mover".

 

 

Ti spiego come sono arrivato dove sono oggi.

Il mio percorso è iniziato quando avevo circa 20 anni. Ero molto affascinato dalla comunicazione e dal Marketing. Prima di finire la laurea ho provato a partecipare ad alcuni Business Game organizzati da importanti Multinazionali. Ebbi la fortuna di essere selezionato dalla Procter&Gamble e con un validissimo team vincemmo l’edizione 2006 del P&G Spring Business Challenge e da li iniziai uno stage nel Marketing. 
 
Gli anni successivi ho imparato molto come Brand Manager Assistant in Unilever ma, avendo una forte passione per l’innovazione, chiesi anche di poter fare anche qualche primo esperimento di Social Media. Compresi che c’era una grande opportunità di mercato per chi si fosse specializzato seriamente sulle strategie di comunicazione dei Nuovi Media ma sarebbe stata una storia positiva solo se mi fossi impegnato ogni giorno a dedicare sistematicamente 2 ore allo studio delle novità che regolarmente Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, Periscope e Snapchat ci propongono.
 
Creai un’agenzia che iniziò a gestire importanti progetti con il Campionato Mondiale Superbike, Pirelli, Fendi, l’As Roma, gli Internazionali BNL d’Italia e la gestione social delle Olimpiadi di Rio 2016 (con il CONI), Mediaset, La7 e politici come Matteo Renzi, il Ministro Corrado Passera e i sindaci di importanti città.
 
Ciò che avevo molto chiaro è che non volevo perdere di vista l’aggiornamento contino e quindi ho regolarmente rinunciato a diversi progetti per non riempire l’agenzia di troppa operatività e mantenerci sempre il tempo per studiare. In questo mondo non si finisce mai di imparare e penso che ciò che mi dà molta carica la mattina è proprio la voglia di sperimentare e apprendere nuove strategie.
 
Poco prima dei 30 anni un’Università americana di Roma (John Cabot University) mi affidò il primo corso di Social Media Marketing a studenti internazionali e da quel momento ho deciso di dedicare 25% del mio tempo alla formazione.
 
Ho avuto l’onore di insegnare in importanti Università Europee come HEC Paris (1° Business School in Europa fonte Financial Times 2013) o come lecturer nelle principali Università italiane come Bocconi, Luiss, Tor Vergata o in corsi professionali come InnovActionLab, il Founder Institute, Imprenditori si diventa (organizzato dal Ministero della Gioventù e dal MIT Italy) o Wind Business Award(che ho avuto il piacere e fortuna di vincere per due anni di fila come mentor di ottime startup).
 
Più che un lavoro il mio è un’amore verso la comunicazione e l’innovazione che ho molta cura di approfondire e condividere con amici, colleghi e studenti. 

 

Cosa ho capito di questo mestiere?

In questi anni ho voluto sperimentare strategie di social media diverse in mercati tra loro molto differenti per capire quali funzionassero meglio e peggio.
 
Tra le social proof che ho maggiormente a cuore direi:

- La campagna Social più virale di tutta Italia su Twitter ad Ottobre 2014 (Fonte Blogmeter): #ConLeAzzurre

- Ideai ed implementai, insieme alla Dao Management, una strategia social con il capitano della Nazionale di Pallavolo Francesca Piccinini durante i Mondiali di Pallavolo Femminili organizzati in Italia (Women’s World Championship Italy 2014

- Cornetto Algida: migliore fan page di Prodotto di Facebook Italia nel 2011 (fonte Blogmeter) e Seconda migliore campagna creativa dell’anno (fonte WebinFermento)

- Winner Taco: ho partecipato alla parte social del rilancio del brand che è diventato famoso come il primo prodotto rimesso in commercio perché richiesto dai social.

- As Roma: la campagna #MioCapitano con Francesco Totti per festeggiare il traguardo di 20 anni con la maglia giallorossa. Organizzammo con il validissimo team digitale della Roma e con la startup Stamplay la prima campagna di crowdsourcing delle foto dei tifosi con Totti negli ultimi 20 anni. 

- La gestione social degli Internazionali BNL d’Italia di tennis (con il CONI) che è stato un terreno estremamente fertile per sperimentare per primi strategie sempre nuove su Snapchat/Periscope/Whatsapp.

- L’esperienza delle Olimpiadi di Rio 2016 con il CONI. Penso sia il sogno di chiunque ami lo sport e l’opportunità che mi è stata offerta mi ha permesso di mettermi alla prova in uno degli eventi più complessi e affascinanti che esistano.

- Con il Campionato Mondiale Superbike a Dicembre 2010 diventammo la n°1 YouTube Stars in Italia categoria Motori & Sport prima di mostri sacri come Ferrari e Ducati (fonte Next.tv)

- Social TV: “I Cesaroni” sono risultati il secondo miglior programma di Social TV dopo XFactor (fonte Blogmeter) a Novembre 2011.

- Vasco Rossi & Renault: primo esperimento di integrazione tecnologica finalizzata alla lead generation e a garantire una migliore esperienza durante i concerti allo Stadio Olimpico. 

La verità è che questi primi risultati fanno molto piacere e incoraggiano ma non esistono formule magiche per il successo se non la continua ricerca di nuove strade. Ad esempio una campagna simile a quella #ConLeAzzurre la sperimentai con la GEA durante i Mondiali di Calcio in Brasile (FIFA World Cup Brasil) con l’attaccante della Nazionale Italiana Ciro Immobile ma non superò la soglia necessaria per diventare virale complici anche i risultati in campo della squadra che non superò il girone. 
 
C’è sempre tanto da imparare in questo strano ma divertentissimo mondo social.
 
Se vi interessano questi temi seguiteci su Ninja Academy e condividete anche le vostre idee ed i vostri casi. Sarà un piacere confrontarci e imparare tutti insieme!


Docente del Master Online in Digital Marketing [ottobre 2016 - marzo 2017]

Le aziende che ci hanno scelto

Partner