Stai progettando la tua strategia di Content Marketing e sei proprio ora alle prese con la pianificazione del tuo piano editoriale. Facendo le tue ricerche e iniziando ad impostare i singoli contenuti di questa programmazione però, ti sei reso conto che a volte i post che hai previsto, le immagini e gli articoli che stai predisponendo sembrano un po’ ripetitivi e ridondanti rispetto a ciò che hai già visto e letto in giro sul web.

Come fare quindi per creare contenuti unici e differenziati? Innanzitutto confrontandoti sempre con i competitor e analizzando i contenuti creati da altri nel tuo mercato di riferimento.

L’analisi competitiva per migliorare il tuo Content Marketing

Conoscere quali sono le strategie progettate da concorrenti, partner e colleghi, significa essere avvantaggiati nella creazione di un contenuto più coinvolgente per il pubblico. Un’analisi competitiva per la tua strategia di Content Marketing ti aiuterà ad essere un passo avanti sfruttando anche gli sforzi già messi in pratica dai competitor.

Per fare un’analisi competitiva dovrai cominciare dal fare un elenco completo dei tuoi concorrenti analizzando la loro Content Marketing Strategy sulla base di questi tre passaggi:

1. fai un inventario dei contenuti dei competitor
2. valuta quantità e qualità dei contenuti
3. etichetta e analizza gli argomenti trattati

Ma seguiamo insieme le diverse fasi di questa analisi competitiva, per scoprire come ci aiuterà a migliorare la nostra strategia di contenuto.

content marketing

Credits: Depositphotos #67853485

Fase 1: l’elenco dei contenuti dei concorrenti

Catalogare tutti i contenuti prodotti dai vari competitor nel tuo mercato, sia sul sito web e sul blog aziendale che sugli altri canali come i social network, ti permetterà di avere un quadro completo del tipo di investimento fatto sulla strategia di Content Marketing, ma anche dei tipi di formati più graditi dal pubblico (post, video, immagini…) e della portata dei diversi argomenti, nonché della parole chiave utilizzate.

Tra i contenuti dovrai ricordare di inventariare:

– articoli di blog: presta attenzione a frequenza di pubblicazione, lunghezza, diversificazione degli argomenti, parole chiave.
– Podcast e registrazioni audio: il contenuto audio può fornirti utili spunti su come il team opera e su come la pensa sui vari argomenti trattati, consentendoti poi di differenziare il tuo messaggio.
– Webinar: utili per capire quali contenuti il pubblico vuole approfondire, gli argomenti ai quali è più interessato.
– eBook e white paper: contenuti così approfonditi sono utili per capire la strategia di lungo termine dell’azienda, mostrando quali sono gli argomenti sui cui tiene ad andare in profondità, offrendo maggiori informazioni al target di riferimento, in ottica strategica di vendita.
– Video: il contenuto visuale è molto utile per comprendere il tone of voice dei tuoi concorrenti e anche questo sarà utile per differenziare la tua offerta di contenuti.
– Presentazioni: le slide, spesso condivise su SlideShare, possono fornirti un’utile chiave di lettura del pensiero della leadership aziendale, fornendo utili informazioni anche sul prodotto.
– Newsletter: da studiare con attenzione sia per il tono di voce utilizzato, che per il tipo di contenuto che propongono, ricorda che la email è una comunicazione molto stretta e privata, perché arriva ad un utente che ha già fornito i suoi dati, esprimendo la volontà di voler essere informato dall’azienda su quegli argomenti.

content marketing

Credits: Depositphotos #22339193

Fase 2: quantità e qualità dei contenuti

Dopo aver preparato questo elenco completo di tutti i contenuti pubblicati dai tuoi competitor, è il momento di valutarlo, sia in termini quantitativi che qualitativi. Dovrai chiederti qual è il focus dei vari contenuti, ma anche in che modo il pubblico li riceve, con quale frequenza e su quali canali. Uno dei vantaggi dei social media, ad esempio, è quello di avere disponibili anche alcune metriche pubbliche come condivisioni, like e commenti, ma ci sono tanti strumenti che ti permettono un’analisi dei contenuti dei competitor. Con tool come SEOZoom o SEMrush, ad esempio, potrai analizzare i blog post per comprenderne volumi di ricerca e parole chiave utilizzate.

Inserisci anche questi dati nel report dei contenuti che hai iniziato a preparare per poter avere un quadro complessivo della strategia di Content Marketing dei tuoi competitor e di quali sono i contenuti che riscuotono maggior successo.

Fase 3: analisi degli argomenti

Il prossimo passo nella tua analisi è quello di passare dal livello macro a quello micro, concentrandoti su ogni singolo contenuto. Suddividi tutto etichettando gli argomenti di ogni elemento del report: avrai un’idea chiara dei contenuti che vengono approfonditi maggiormente e di quelli che invece sono trattati solo in modo superficiale, o magari sono stati abbandonati nel corso del tempo.

Durante questo tipo di analisi, prendi nota del titolo e della descrizione del contenuto e cerca di effettuare questo check sul maggior numero di contenuti possibile. Se sono troppi prova ad iniziare da quelli che ti sembrano i canali più popolari e più seguiti dagli utenti, e utilizza anche più tag per etichettare ogni contenuto.

content marketing

Credits: Depositphotos #71520847

Il vantaggio di una analisi competitiva di Content Marketing

Tutti questi dati che hai raccolto ti permetteranno di avere un’idea chiara di quello di cui si è già parlato, dei contenuti più apprezzati, ma anche di eventuali vuoti e lacune che potrai saggiamente andare a colmare nella tua strategia di Content Marketing, ma soprattutto ti garantiranno di creare davvero contenuti unici e differenziati per la tua audience.

Naturalmente, per rimanere sempre coinvolgente dovrai ripetere nel corso del tempo questa analisi approfondita: anche i tuoi concorrenti ti osservano e potrebbero decidere di trarre ispirazione proprio dalla tua strategia di successo.

L’analisi competitiva, per essere davvero efficace, deve diventare un’abitudine del tuo modus operandi e mantenere alla fine sempre al centro il pubblico: una strategia di successo non è quella che replica i contenuti dei competitor, ma quella in grado di interessare e coinvolgere il tuo pubblico.

Vuoi saperne di più su come creare una strategia di successo?
Scopri il Corso Online in Content Marketing di Ninja Academy!