Veronica Gentili, Co-founder di Glisco Marketing, Facebook Marketing Expert e docente della Social Media Factory di Ninja Academy, ci spiega tutto quello che è necessario sapere sulle funzioni del Business Manager per fare marketing su Facebook.

Vuoi saperne di più su come usare correttamente il Business Manager di Facebook?
Scopri la Social Media Factoy di Ninja Academy.

 

Il Business Manager è diventato uno strumento fondamentale per chiunque voglia fare seriamente Facebook Marketing. Non solo è obbligatorio per l’accesso a determinate funzionalità (es. Catalogo Prodotti, creazione di Pubblico Personalizzato da file, Gruppo con origine degli eventi, Linea di Business…), ma permette di centralizzare in toto gli accessi e la gestione di pagine, account pubblicitari e in generale, di tutti i tool che Facebook ha creato per le aziende.

Per quanto utile, si tratta certamente di uno strumento molto complesso: quali sono le aree principali da conoscere? Da dove iniziare? 

Ecco quindi una panoramica completa del Business Manager e delle voci principali che lo compongono.

Facebook Business Manager

La sezione Utenti

Qui sotto troviamo le entità alle quali possiamo dare accesso al Business Manager, sia utenti che altre aziende. Il BM è la nostra casa e qui possiamo decidere non solo chi farvi entrare, ma anche a quali porte (account pubblicitari, pagine, metodi di pagamento…) dar loro accesso.

Gli utenti si dividono in:

– Persone: ovvero gli user ai quali vogliamo dare accesso al nostro Business Manager, intesi proprio come persone. Per poter richiedere o inviare l’accesso è necessario disporre di un’indirizzo email e, da parte dell’utente, di un profilo personale su Facebook. Chiunque voglia gestire, modificare, visualizzare i dati relativi agli asset di Facebook Marketing (pagine, account pubblicitari, cataloghi…) deve necessariamente disporre di un account personale sulla piattaforma e solo tramite esso potrà fare l’autenticazione una volta che gli sarà stato dato l’accesso a un Business Manager tramite email.

– Partner: si tratta di altri Business Manager ai quali è possibile dare l’accesso; questa funzionalità è molto utile nel caso si collabori ad esempio con agenzie, che devono poter agire su pagine, account pubblicitari, etc, la cui proprietà però deve restare in capo all’azienda. Uno degli errori peggiori che si possa fare infatti è dare la proprietà (o lasciarla prendere) delle proprie pagine e account pubblicitari a Business Manager di soggetti terzi (consulenti, agenzie, dipendenti…), proprio perché diventerebbe poi molto complicato riavere le risorse indietro, nel caso se le volessero tenere. Ecco perché esiste la voce partner, una funzionalità semplice che permette di far accedere facilmente altri Business Manager alle proprie risorse secondo il livello che decidiamo e, allo stesso tempo, mantenerne la paternità.

– Utenti di sistema: i  server o software che effettuano chiamate API alle risorse di proprietà o gestite da un Business Manager. Non tutti vi hanno accesso.

faebook business manager

Gli Account

È qui che troviamo tutte le entità che fanno parte del BM, come pagine Facebook, account pubblicitari, account Instagram e così via. Queste risorse rappresentano il cuore dello strumento e vengono assegnate via via ai vari profili (Persone) o altre aziende (Partner) che vi devono accedere, con livelli variabili in base alla tipologia di lavoro che vi svolgono (es. Inserzionista, analista…). Dal Business Manager gli account si possono creare, aggiungere (in tal caso diventano di proprietà del BM) o richiederne l’accesso.

Tra gli account disponibili troviamo:

– Pagine Facebook

– Account pubblicitari

– Gruppi di risorse di Business Manager, per gestire al meglio le varie entità è possibile dividerle in cartelle e così facilmente condividerle “in bulk”

– Linee di business: da utilizzare nel caso si voglia analizzare il traffico e le conversioni del proprio sito web con un altro potente strumento, Facebook Attribution

L’origine dei dati

Facebook permette di associare le varie entità con una serie di dati e risorse, per creare cataloghi prodotti, misurare le conversioni online derivanti dalle campagne pubblicitarie e molto altro.

Tra le voci disponibili troviamo:

– Cataloghi: è infatti possibile creare dei cataloghi prodotti da utilizzare sia per le campagne di retargeting dinamico, sia per la vetrina della pagina Facebook che per il Tag Shopping su Instagram. Si tratta di una di quelle funzionalità attivabili solo con Business Manager e indispensabile per chi vende online.

– Pixel: qui è possibile gestire i pixel associati agli account pubblicitari a cui si ha accesso e creare nuovi pixel da utilizzare (fino a 100)

– Insieme di eventi online: Facebook permette anche di monitorare gli acquisti generati offline a seguito della visualizzazione o click sulle Facebook Ads; a oggi si tratta di un sistema abbastanza complesso e decisamente non alla portata di tutti, tuttavia a questo link puoi vedere tutte le informazioni sulla funzionalità e se disponi degli strumenti e dei dati per attivarlo

– Conversioni personalizzate: in caso di scenari avanzati o impossibilità di tracciare le conversioni con gli eventi standard, qui troviamo dove creare e condividere le conversioni personalizzate

– Gruppi con origine degli eventi: si tratta della possibilità che offre Facebook di unire varie entità come pagine Facebook, sito web (attraverso il pixel) e app per analizzarne le performance globali attraverso Facebook Analytics, potente strumento gratuito di analisi

– Pubblico condiviso: qui troviamo gli eventuali pubblici che abbiamo condiviso con altri account pubblicitari

facebook business manager

Brand Safety

Qui è possibile registrare i domini di cui il brand è proprietario e visualizzare e rimuovere siti, app e spazi di altri brand in cui potrebbero comparire le nostre pubblicità.

In particolare abbiamo:

– Domini: sezione in cui registrare i siti web per poter continuare a modificarne le anteprime dei link condivisi

– Liste di elementi bloccati: dalla quale è possibile scaricare la lista dei luoghi in cui sono state visualizzate le inserzioni (Audience Network, Instant Articles, Facebook In Stream Video, tutti posizionamenti che permettono ad altri brand di monetizzare lasciando degli spazi alle inserzioni), caricare a nostra volta una lista di posti in cui non vogliamo che le nostre inserzioni vengano mostrate e vedere dove potrebbero comparire

Registrazioni

Nel caso in cui gestiamo pagine di notizie, è molto importante registrarle qui, nella sezione omonima, poiché ciò permette di avere accesso a prodotti e servizi specifici.

Integrazioni

In questa sezione possiamo definire quali CRM, persone e agenzie (quindi Partner) hanno accesso ai contatti e li possono scaricare; ovviamente parliamo dei contatti acquisiti con le Lead Ads, le campagne di Facebook che permettono di acquisire i dati degli utenti senza far loro lasciare il sito.

Troviamo poi di seguito altri strumenti molto importanti che fanno voce a sé, come:

– Pagamenti: in cui è possibile inserire i metodi di pagamento da poi associare ai vari account pubblicitari presenti nel Business Manager. In alcuni casi qui si può trovare anche l’opzione che permette di richiedere credito pubblicitario

– Centro per la sicurezza: sicuramente utile perché permette di vedere i vari passaggi necessari (e quelli che ancora non abbiamo fatto!) per mettere in sicurezza il BM, come la verifica dell’azienda, l’autenticazione a due fattori e l’aggiunta di un altro amministratore

– Richieste: dove troviamo le richieste di accesso fatte, ricevute e gli eventuali inviti ad accedere inviati

– Notifiche: ci permette di scegliere quali notifiche attivare e quindi ricevere

– Informazioni su Business Manager: certamente una delle prime sezioni da completare, nella quale è anche possibile eliminare in modo permanente il BM o abbandonarlo come utente

– Guida alla configurazione: presente anche in italiano, spiega passo passo come configurare correttamente lo strumento e i passi da seguire in base alle nostre necessità (es. richiedere accesso a una pagina o gestire le autorizzazioni)

facebook business manager

Tutte le funzionalità di Business Manager per il Facebook Marketing

Come abbiamo avuto modo di vedere, il Business Manager è sì un tool complesso, ma racchiude in sé tutte le funzionalità necessarie a chi vuole fare seriamente Facebook Marketing; alcune sono utili in tutti i casi (es. gestione degli accessi e reclamo della proprietà dei propri asset), altri invece solo a brand che operano online o necessitano dell’accesso da parte di altre aziende (es. Partner), ma in generale è “il direttore d’orchestra” di tutte le funzionalità e gli strumenti di business.

Sicuramente abituarvisi richiede un po’ di tempo, anche perché sul fronte dell’usabilità non è proprio il massimo ed è soggetto a continui bug, ma una volta iniziato a utilizzare, è impossibile da abbandonare.

Credits immagini: Depositphotos #263149228 – #177186490 – #275759390 –  #191578914