L’emergenza causata dal COVID-19 ci sta imponendo delle riflessioni importanti sulle nostre abitudini professionali: tra smart working, social collaboration e digital learning diventa necessario trovare nuove dinamiche ed equilibri per trasformare le nostre aziende in vere smart organization a prova di futuro. Una priorità per i leader delle risorse umane resta sempre quella di creare propensione e proattività alla formazione continua e all’aggiornamento delle competenze tra i propri collaboratori.

La formazione in azienda sta risentendo delle disposizioni del governo per l’emergenza sanitaria: diventa fondamentale innovare, trovare nuove soluzioni e ristrutturare schemi e modelli didattici.

Stanno arrivando segnali positivi sia dalle aziende che da alcuni fondi paritetici interprofessionali per la formazione continua, grazie a provvedimenti che permettono alle organizzazioni di non fermare i propri programmi di lifelong learning nonostante le difficoltà del momento ad organizzare sessioni frontali.

Infatti, sarà possibile trasformare corsi di formazione aziendale inizialmente previsti per l’erogazione in presenza (formazione in aula, corsi in house) in corsi erogati online (formazione a distanza o teleformazione). In più le aziende avranno un mese aggiuntivo per presentare i propri progetti formativi da finanziare e per erogare i piani finanziati.

formazione aziendale coronavirus

Cosa sono i fondi interprofessionali

I Fondi Interprofessionali sono organismi di natura associativa istituiti nel 2000 grazie ad accordi fra le organizzazioni sindacali (come ad esempio CGIL, CISL, UIL) e organizzazioni che rappresentano le aziende (come Confindustria, Confcommercio).

Le imprese possono destinare la quota dello 0,3% dei contributi versati all’INPS (il “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) a uno dei fondi interprofessionali, e utilizzarli successivamente per finanziare piani formativi aziendali.

Fondimpresa: via libera all’online learning per la formazione aziendale

A tal proposito, Fondimpresa il 12 marzo 2020 ha emesso un provvedimento che delibera la sospensione di tutte le attività formative d’aula fino al 14 aprile 2020.

La nota positiva è che durante questo periodo le aziende potranno erogare in videoconferenza (o anche teleformazione) i corsi in house inizialmente previsti per l’erogazione in presenza, senza perdere i finanziamenti.

I corsi potranno ad esempio attraverso essere erogati come live webinar su piattaforme come google hangout, skype, gotowebinar o webex. Questa è un’ottima notizia per tutte quei corsi in house bloccati a date da destinarsi a causa del COVID19.

Anche altri fondi interprofessionali come Fondirigenti hanno attuato delle simili disposizioni: la condizione fondamentale è la tracciabilità della formazione erogata a distanza per verificare il corretto svolgimento delle attività. Quindi si invitano le aziende ad usare strumenti e piattaforme che consentano di attestare l’effettiva fruizione dei contenuti.

formazione aziendale coronavirus fondimpresa

Come fare

Sarà necessario indicare sulla piattaforma informativa di Fondimpresa che la giornata formativa si è svolta in teleformazione, inserendo nella sede il luogo e l’orario da dove il docente si è collegato per tenere il corso. Naturalmente dovrà essere garantita la tracciabilità dell’erogazione e della partecipazione a distanza degli utenti.

Fondimpresa ricorda che questa modalità in videoconferenza non è assimilabile alle altre attività svolte in modalità non tradizionali (action learning, formazione a distanza asincrona, affiancamento, training on the job, coaching) per le quali restano vigenti le percentuali stabilite dal Fondo ove previste.

Un mese in più per presentare le domande di finanziamento di progetti di formazione aziendale

Inoltre, in relazione agli Avvisi in corso (1/2019, 2/2019 e 3/2019), sarà possibile presentare le domande di finanziamento con la proroga di un mese:

– il termine di cui all’articolo 12 dell’Avviso 1/2019 è prorogato fino alle ore 13:00 del giorno 19 giugno 2020;
– il termine di cui all’articolo 7 dell’Avviso 2/2019 è prorogato fino alle ore 13:00 del giorno 20 maggio 2020;
– il termine di cui all’articolo 11 dell’Avviso 3/2019 è prorogato fino alle ore 13:00 del giorno 31 gennaio 2021.

In relazione ai piani finanziati sugli Avvisi 3/2018 II scadenza e 1/2019 la proroga di un mese dei termini previsti per la costituzione dei Raggruppamenti Temporanei o Consorzi non ancora costituiti e per l’avvio delle attività formative. Si intendono altresì prorogati i termini relativi alla conclusione delle attività del piano formativo, le attività di erogazione della formazione e di presentazione della rendicontazione finale.

Possiamo aiutarti nella formazione aziendale online sui temi del digital marketing, social media e digital business grazie alle nostre competenze nell’instructional design e nella progettazione didattica.

Compila il form che trovi qui sotto per essere ricontattato dal nostro team e valutare il percorso formativo più adatto per la tua azienda.