Abbiamo fatto quattro chiacchiere con Tommaso Sorchiotti, Creative Digital Manager e docente della Social Media Factory di Ninja Academy, per capire meglio cosa differenzia l’advertising sulle diverse piattaforme social e cosa invece possono avere in comune, con particolare riferimento a Instagram e Twitter. Ecco cosa ci ha spiegato.

Ad ogni social il suo pubblico (e il suo contenuto)

Cosa differenzia Twitter da Instagram e dagli altri canali social?

«Il pubblico, con esigenze e aspettative differenti sui contenuti. La gente utilizza Twitter tendenzialmente per informarsi e commentare le notizie del giorno, mentre visita Instagram per ispirarsi e ‘fare un break’ dalla propria realtà. Su Instagram la componente emotiva è maggiore quindi rispetto a Twitter, così come altri social. Di conseguenza i contenuti che funzionano hanno obiettivi differenti».

Twitter Marketing

Quali sono invece le differenze principali sull’advertising tra Instagram e Twitter 

«In linea di massima l’adv su Twitter è più semplice rispetto alle piattaforme Facebook: meno formati e meno dettagli e profondità di profilazione. Rivolgendosi a pubblici con comportamenti diversi il tipo di pubblicità da proporre deve essere necessariamente differente.

Instagram inoltre si sta sempre più orientando al Social Shopping, con possibilità di taggare i prodotti presenti nelle foto e stimolare percorsi di acquisto».

Iscriviti alla Free Masterclass della Social Media Factory di Ninja Academy
“Come organizzare il lavoro di un Social Media Team”

L’importanza del PED (piano editoriale) sui social

Come si crea un piano editoriale per Twitter?

«Dipende molto dal tipo di presenza che si vuole creare. Twitter, come ben sappiamo vive di quello che è attuale: tendenzialmente occorre pianificare meno rispetto agli altri social e reagire più in real time, o right time come preferisco considerare.

Ha molto più senso investire in una lista di fonti, sia profili che temi, da monitorare e rilanciare la conversazione, piuttosto che pensare di dover guidare ogni volta la discussione».

Instagram Marketing

E per Instagram?

«Instagram è diventato il luogo dove affermare la propria “leadership visuale”. Un brand che vuole affermarsi dovrà pianificare nel dettaglio quali sono i momenti più importanti per la propria comunicazione e il proprio marketing. E sviluppare un piano editoriale che prevede il coinvolgimento di influencer e investimenti importanti in adv».

Dove farsi trovare

Come possiamo individuare la piattaforma giusta per il nostro business?

«Fino a tre anni fa avrei risposto che non è indispensabile avere una presenza in questi canali se non si riesce a trasmettere valore agli interlocutori. Oggi è diverso. Per alcuni settori le persone si aspettano di trovare un canale Twitter e soprattutto un canale Instagram di presentazione, confronto, relazione ed assistenza. Essere assenti da questi canali, o esserci in maniera approssimativa, può avere un grosso costo in termini di reputazione e credibilità verso un certo pubblico.

Individuare la piattaforma giusta per il proprio business è quindi una scelta non solo di leadership di mercato ma di allineamento con le aspettative dei consumatori. La differenza è quale tipo di presenza – attiva, passiva, ibrida – avere all’interno di questi canali.

Una formula per il Content Marketing che propongo spesso in aula può servire per capire quale valore e utilità si può offrire dall’utilizzo di un canale rispetto a un altro:

Vuoi saperne di più su come progettare una campagna social per Instagram o per Twitter?
Scopri la Social Media Factoy di Ninja Academy.

Credits: Depositphotos #259006168 – #174271844