Te lo chiedi ogni giorno e ci provi disperatamente, ma come fare per arrivare davvero a Google e posizionare in modo corretto il tuo sito web? Abbiamo rivolto alcune domande a Luca De Berardinis, Consulente Inbound Marketing di Argoserv e docente del Corso Online in Digital Strategy e Web Marketing 2017.

Durante il corso scopriremo tutti i segreti della SEO e SEM Strategy, ma intanto leggiamo insieme alcuni consigli su come utilizzare le meta informazioni per una corretta indicizzazione, come scegliere le parole chiave giuste e perché, come e quando investire in AdWords.

Luca De Berardinis

I motori di ricerca, in particolare Google, prediligono un contenuto piuttosto che un altro. Puoi indicarci quelle che, secondo te, sono le 3 regole fondamentali per attirare la loro attenzione?

Per attirare l’attenzione dei motori di ricerca occorre rispettare le loro linee guida in materia di ottimizzazione SEO. Se parliamo di Google dobbiamo fare riferimento alle cosiddette istruzioni per i webmaster. Ma, al di là di queste, bisogna concentrare i propri sforzi sui seguenti 3 aspetti del sito web:

  1. pertinenza: gli argomenti trattati dal sito devono essere aderenti all’argomento o alle keyword per i quali ci si vuole posizionare
  2. rilevanza: l’argomento del sito deve essere centrale e non marginale, quindi essere rilevanti vuol dire sviluppare un argomento nella maniera più completa possibile
  3. popolarità: la popolarità di un sito è data dalla quantità di link in ingresso verso il sito (backlink). Più backlink di qualità riusciamo ad avere e meglio saremo valutati da Google.

Quando parliamo di SEO pensiamo subito all’aspetto testuale di un contenuto. Anche altri tipi di contenuti e elementi possono aiutarci a scalare la SERP?

Certo! Si parla infatti di informazioni contenute e visibili nella pagina web all’utente e di meta informazioni. Queste ultime sono tutti quei dati che non sono visibili in prima battuta all’utente ma che servono principalmente al motore di ricerca per una corretta indicizzazione. Ecco le principali:

  1. Tag Title: testo che descrive sinteticamente il contenuto della pagina. Si vede solo nelle SERP (pagina dei risultati di ricerca) di Google (testo in azzurro cliccabile), sulla tab del browser e sulle condivisioni nei social network
  2. Meta description: descrizione più esaustiva del contenuto di una pagina, visibile nelle SERP di Google e nelle condivisioni sui social. Non influisce direttamente sull’indicizzazione ma sicuramente ha un peso non indifferente sul click-through rate.
  3. Alt tag: o testo alternativo, serve a descrivere il contenuto di un’immagine caricata su una pagina web. Ha un duplice scopo: aiutare i non vedenti nella lettura dell’immagine tramite gli screen reader e agevolare i motori di ricerca nel processo di indicizzazione.

seo e sem styrategy digital

Sulla base di quali elementi bisognerebbe scegliere le parole chiave giuste?

Le parole chiave giuste si scelgono sulla base dei seguenti elementi:

  1. buyer personas: dopo aver analizzato interessi, comportamenti e abitudini dei potenziali clienti/lettori
  2. obiettivi di business: dopo aver analizzato gli obiettivi di business dell’azienda cliente e quindi i settori in cui opera
  3. long tail: dopo aver individuato tutte le chiavi appartenenti al campo semantico delle parole chiave principali. Occorre puntare sulle parole chiave a coda lunga, ovvero su quelle con piccoli volumi di ricerca ma che di fatto individuano un sotto insieme di utenti estremamente interessati al prodotto/servizio dell’azienda.

L’algoritmo di Google cambia spesso e questo determina la necessità di un continuo lavoro SEO sui contenuti: cosa consigli per stare al suo passo ed ottenere sempre buoni risultati?

Per stare dietro a Google, ai suoi nuovi algoritmi e ai continui cambiamenti sulle politiche di indicizzazione, posizionamento e penalizzazione, occorre studiare e tenersi continuamente informati su blog e testate specializzate di settore. Ne elenco solo alcuni:

seo come posizionare sito sui motori di ricerca

Che cosa è AdWords e perché è importante investire?

AdWords è la principale piattaforma di pay-per-click di proprietà di Google che permette di creare annunci sponsorizzati pagando solo in base ai click che si ricevono. È importante investirci perché consente di apparire tra i primissimi risultati di una ricerca su Google e ottenere ritorni in brevissimo tempo. Questo tipo di visibilità si contrappone a quella che otteniamo tramite la SEO e il content marketing, che invece hanno tempi lunghi. Entrambe le strategie sono valide e conviene spesso portarle avanti contemporaneamente, soprattutto nelle fasi immediatamente successive al lancio di un nuovo progetto online.

Luca De Berardinis è docente del Corso Online in Digital Strategy e Web Marketing,
scopri il programma completo qui!