Pronto ad individuare il percorso lavorativo giusto per te? Interessato a capire le professioni digitali e le competenze più richieste? Comincia innanzitutto a selezionare in maniera mirata le opportunità e continua a formarti per poter essere “sul pezzo”.

Certo è che il cosiddetto “effetto digitale” si estende a macchia d’olio. Tra i settori in rapida crescita nel nostro Paese, infatti, c’è senza dubbio il Web, senza considerare la forte spinta delle aziende a diventare Industrie 4.0. Allo stesso tempo, però, nel mondo delle professioni emergenti è molto difficile trovare persone in grado di soddisfare i recruiters, che lamentano di non trovare le competenze giuste e necessarie.

Il fenomeno, noto come skill shortage, deve tendenzialmente essere abbattuto. Riuscire ad acquisire competenze trasversali significa essere in grado di trasformare il sapere tecnico in prestazioni lavorative efficaci. Le capacità di auto-apprendimento, così come il supporto di corsi professionalizzanti specifici, non possono che aiutare chi attende di entrare nel mondo del lavoro nel modo giusto.

Le competenze rappresentano il terreno fertile in grado di dare un valore alle potenzialità individuali. Conoscere le competenze richieste dalle professioni emergenti, quindi, può senza dubbio aiutarti nel puntare a valorizzare le tue qualità intrinseche ed a sviluppare quelle in cui sei più carente. Le skill tecnologiche e manageriali devono abbinarsi a soft skill quali leadership, intelligenza emotiva e pensiero creativo.

Secondo una ricerca condotta dall’Osservatorio delle Competenze Digitali, il peso delle skill digitali (DSR-Digital Skill Rate) nei più diversi mestieri continua a crescere ed è una componente imprescindibile delle professioni non informatiche.Nell’Industria il fenomeno è più evidente: il DSR va dal 20% medio per le professioni di Supporto e Management al 17% medio per le figure Core, con punte più elevate nella produzione, progettazione, ricerca e sviluppo, nel marketing e nella gestione delle risorse umane. Rispetto al 2014, nel 2017 si è riscontrato un incremento del DSR del 4% per le professioni dell’area di Supporto e Management e del 2% per quelle dell’area Core.


Ecco perché vogliamo offrirti una panoramica completa sulle nuove professioni e soprattutto sulle competenze ad esse collegate più richieste nel 2018. Oggi lo scenario è profondamente mutato e le aziende, per strutturarsi nel digitale, hanno sempre più bisogno di risorse con competenze specifiche.

1. Personal branding coach: diventa imprenditore di te stesso

Il percorso per raggiungere se stessi, realizzarsi e potenziare il proprio brand comincia proprio dal coaching. Tra le professioni emergenti, questa ti risulterà quella più stravagante e più complicata da intraprendere. Diventare coach significherà acquisire una nuova consapevolezza, apprendere le competenze giuste per comunicare in modo coinvolgente e coerente, costruendo il proprio progetto di marketing personale.

Non si può avere un personal branding di successo se non si comunica efficacemente. Competenze in public speaking e comunicazione relazionale saranno indispensabili.

2. Content Manager: competenze editoriali e skill giornalistiche

Tra le professioni emergenti è forse la più affascinante e la più sottovalutata, il Content Manager è un professionista con elevate capacità editoriali, con una padronanza spiccata nei linguaggi più appropriati ad ogni canale comunicativo, che sia un blog, una newsletter, un social, etc.

Per diventare Content Manager è necessario acquisire competenze specifiche, come  la curiosità per le nuove piattaforme social, mobile e digital che permettono di veicolare contenuti nonché la conoscenza di base di WordPress ed HTML. Fondamentale è ottimizzare anche i contenuti in ottica SEO per pianificare e gestire strategie editoriali efficaci.

Inoltre, il Content Manager ha a disposizione un team di redattori e blogger al suo servizio, che necessitano di coordinamento editoriale, attraverso le migliori tecniche di project management e web analytics. Infatti, costruire un’ecosistema di contenuti per rafforzare a 360° la Content Strategy di un’azienda non è cosa facile.

>> SCOPRI DI PIU’ SULL’EXECUTIVE MASTER IN WEB CONTENT MARKETING

3. Seo Specialist: capacità di analisi e strategia

La Seo non è morta. Tra le professioni emergenti, infatti, continua a farsi strada l’esigenza di seo specialist, persone capaci di portare traffico di qualità al sito web del brand migliorandone il business. Di fondamentale importanza è acquisire le competenze giuste al fine di integrare in una più completa strategia di web marketing gli strumenti della SEO, del SEM e il Content Marketing.

Dovrai capire come organizzare i contenuti di un sito per posizionarlo al meglio sui motori di ricerca, così come costruire la struttura perfetta per le campagne Inbound al fine di promuovere servizi e prodotti.

4. Sem Specialist: advertising, advertising, advertising

Scalare i motori di ricerca, costruire attività promozionali per aiutare le aziende ad essere trovati più velocemente dai potenziali clienti, rappresentano tutte leve strategiche di chi vuole lavorare nel marketing digitale.

Anche il SEM Specialist è tra le professioni emergenti una delle più richieste. Richiede costantemente una conoscenza aggiornata sugli algoritmi di Google e sull’indicizzazione dei siti web. Il suo pane quotidiano devono essere tecniche e strategie per attrarre importanti prospect e clienti nella direzione del business.

Per questo dovrai imparare a gestire il budget dedicato a Google Adwords, scrivere annunci pertinenti, analizzare i dati attraverso Google Analytics, impostare correttamente le azioni da tracciare e valorizzare le conversioni.

>> SCOPRI DI PIU’ SULL’EXECUTIVE MASTER IN SEO E SEM STRATEGY

5. Community Manager: creare discussioni intorno al brand

I professionisti più ricercati del mondo Digital riguardano senza dubbio coloro i quali hanno competenze in ambito social media. Tra questi il Community Manager rappresenta una delle più grandi sfide che i manager dovranno prendere in considerazione e trasformare in opportunità.

Spesso integrato con la figura del Social Media Manager, è un professionista capace di monitorare e gestire le community virtuali, in primis quelle dei social network.

Le sue competenze devono essere sia tecniche che relazionali per non dimenticare mai il suo ruolo di leader all’interno della community. Deve essere in grado di aumentare la visibilità del brand con doti di un digital PR, allo stesso tempo non devono mancare creatività e reattività per padroneggiare tutti i social dell’azienda.

Dai profili alle pagine fan, dai video alle immagini, il Community Manager deve conoscere i linguaggi appropriati per comunicare sui social media, le piattaforme e gli strumenti, nonché le tecniche di coinvolgimento più efficaci.

>> SCOPRI DI PIU’ SULL’EXECUTIVE MASTER IN SOCIAL MEDIA MARKETING

6. Social Media Marketing Manager: il maestro del social engagement

Imprese di ogni dimensione si stanno strutturando per avere una presenza social più efficace. Le professioni emergenti non possono non considerare la forte richiesta presente sul mercato per questa figura professionale.

Le competenze necessarie per un Social media marketing Manager riguardano la progettazione di piani strategici di comunicazione sulle piattaforme social, così come la gestione di campagne pubblicitarie, la capacità di analizzare le metriche di Social Analytics, l’ideazione di contest ed attività creative di engagement, la gestione di community online.

Per poter diventare un maestro dei social media dovrai, quindi, elaborare un piano di contenuti, accrescere il numero di fan e clienti progettando iniziative di engagement, leggere ed interpretare le metriche di performance, valutare l’andamento della strategia e delle inserzioni pubblicitarie su Facebook & Co., individuare i punti chiave delle social media policy.

Se vuoi consolidare le tue stil professionali e garantirti una delle professioni emergenti più richieste da aziende ed agenzie di marketing digitale, puoi pensare di combinare le competenze in social media marketing con quelle in e-commerce management, approfondendo tecniche e strumenti per far crescere la potenza social dei negozi online.

>> SCOPRI DI PIU’ SULL’EXECUTIVE MASTER IN DIGITAL MARKETING & SOCIAL MEDIA COMMUNICATION

7. Digital PR: il leader di buzz, engagement e reputation

I mercati sono conversazioni: sempre più manager ed aziende dovrebbero rendersene conto. Per questo è di primaria importanza comprendere che le relazioni con i pubblici online ed il coinvolgimento degli influencer giusto rappresentano il mix perfetto per costruire e consolidare la reputazione di un brand online.

Questo è compito del Digital PR, un professionista capace di creare conversazioni che possono costituire opportunità competitive per le aziende. Tra le sue competenze, infatti, ci sono la capacità di attivare una campagne di Digital PR misurandone reach e impatto sul mercato, la possibilità di contattare e coinvolgere influencer di settore, la gestione della Brand reputation online.

8. eCommerce Manager: costruire un progetto di vendita online

Abbiamo quasi concluso il nostro viaggio tra le competenze più richieste nel 2018. Non potevamo dimenticare l’eCommerce Manager, il professionista capace di realizzare strategie, utilizzare piattaforme e strumenti per progetti di vendita online.

L’eCommerce Manager deve essere in grado di scegliere la migliore piattaforma di vendita per il business dell’azienda, equilibrare aspetti gestionali e funzioni aziendali, garantire una user experience coerente e multicanale, ma non solo. Rientra nei suoi compiti anche la pianificazione di offerte, la gestione del marketing mix e di campagne di marketing per raccogliere lead ed ottimizzare le conversioni.

>> SCOPRI DI PIU’ SULL’EXECUTIVE MASTER IN ECOMMERCE MANAGEMENT

9. Digital Media Planner: la pianificazione degli strumenti di marketing

L’universo digital presenta molteplici strumenti e per le aziende diventa sempre più difficile identificare gli approcci corretti da adottare in funzione degli obiettivi di business. Avere un professionista capace di identificare il corretto utilizzo degli strumenti a pagamento (video, display, social e search) è diventato fondamentale.

Il digital media planner deve approfondire le logiche di pianificazione, costo, tracciamento del risultato (KPI e ROI) nonché l’analisi della concorrenza.

Non perdere l’occasione di comprendere tra le professioni emergenti quella più in linea con le tue capacità.

>> SCOPRI DI PIU’ SULL’EXECUTIVE MASTER IN DIGITAL MARKETING

10. Digital Crisi Manager: la risoluzione delle crisi è il tuo forte

Se di indole sei un risolutore, se riesci a gestire le situazioni di “ansia” con assoluta tranquillità, non hai scelta tra le professioni emergenti, le tue competenze ti portano dritto a diventare un Digital Crisis Manager.

Dovrai padroneggiare le modalità di intervento e moderazione delle crisi provenienti dai canali social, strutturando attività di controllo misurabili e definendo le metriche principali considerando gli errori da non commettere. Insomma, per essere un vero manager della crisi dovrai essere in grado di prevenire gli epic fail ed affrontare la crisi in maniera efficace.

Credits immagini: depositphotos
ID 12243161
ID 70174505
ID 92050704
ID 179708366
ID 58086171